9 motivi per visitare la Sardegna

9 motivi per visitare la Sardegna

Sei mai stato in sardegna?
Questi i nostri motivi per venire a visitarla in bicicletta, a piedi e in qualsiasi altro modo ti permetta di ritornare a vivere lentamente il tuo soggiorno.

Posizione
Dopo la Sicilia, siamo la seconda isola del Mar Mediterraneo, di fronte all’Italia centrale e un poco sotto la Corsica; l’altra grande isola di questo quadrante di mare da cui siamo separati dalle bocche di Bonifacio e uniti da tradizioni simili.

Il clima
Il clima in Sardegna è decisamente mite e tranne in alcuni periodi legati alle piogge, non troverai mai una situazione climatica così avversa da impedirti di conoscere questa terra.
Le zone costiere mantengono una temperatura minima di 10 gradi o superiore anche d’inverno ma in queste aree durante le ore del giorno, si ha una temperatura quasi che in altri paesi del mondo si potrebbe definire primaverile.
La Sardegna è bellissima in primavera quando si ricopre di tutti i colori ed è suggestiva a fine estate e in autunno quando il turismo di massa ha oramai lasciato l’isola ma il clima permette ancora di fare un bagno al mare e godere del sole e degli spazi e della vita all’aria aperta.
Con oltre 200 giorni di sole, l’isola è una perfetta destinazione per ogni tipo di attività all’aria aperta.

Paesaggi e Scarsa densità di popolazione
In un’isola lunga 300 km e larga quasi 200 e con una popolazione di poco più di 1,5 milioni di abitanti, 1/3 dei quali residenti nei dintorni di Cagliari, la capitale, troverete spazi e paesaggi dove perdervi e ritrovare il contatto con la natura.
Troverete spiagge spettacolari e orizzonti da raggiungere; troverete deserti, montagne e una infinità di colori e di ambienti naturali.
Troverete piccoli paesini dove il tempo è andato avanti senza per forza di cose distruggere le tracce del passato perchè i suoi abitanti sono stati così caparbi da volerlo preservare.
Infine, l’Italia è bella tutta ma la Sardegna ha ancora il fascino di terra selvaggia: ha le spiagge dei Caraibi, le scogliere a picco sul mare, le montagne selvagge e le foreste dove incontrare se stessi e la natura.
Una varietà di ambienti naturali e paesaggi sempre differenti da attraversare con la bicicletta.

Piste ciclabili e Traffico
Nonostante si stia lavorando verso questa direzione, non abbiamo ancora una vera rete di piste e itinerari ciclabili ma considerando la scarsa presenza umana di alcune aree, molte strade secondarie, sono dei veri e propri itinerari ciclabili dove, nei periodi da noi suggeriti, il traffico veicolare è veramente ridotto.
Noi consigliamo di entrare/uscire dai grandi centri abitati della Sardegna (ad esempio Cagliari) solo attraverso bus o treno.

Cultura & Tradizioni
Alcune aree costiere ma sopratutto le piccole realtà dell’interno hanno mantenuto intatte  tradizioni che affondano le proprie radici in riti ancestrali legati al vivere a stretto contatto con una natura e i suoi cicli.
Siamo la terra dei nuraghi, del culto dell’acqua e delle costruzioni megalitiche.
Siamo anche la terra dei cosiddetti“Giganti di monte Prama”, la cui scoperta, sta in qualche modo riscrivendo la storia di una parte del Mediterraneo.

Bere e Mangiare
Il vino e il cibo, diversi in ogni area, rappresentano un modo per conoscere la nostra cultura.
Prima ancora del turismo e della Costa Smeralda, eravamo e siamo una terra di agricoltori e pastori e molte della nostra cucina riflette queste origini.
Il pane e i dolci diversi per ogni subregione della Sardegna.
Piatti definiti un tempo poveri oggi vengono valorizzati e riscoperti e riportati in vita con gusto moderno.

Manifestazioni, folckore, artigianato, curiosità
La Sardegna è forse la regione d’Italia meno contaminata dal progresso e ancora ricca di manifestazioni folcloristiche, e religiose dove è ancora diffuso l’uso di costumi antichi.
La solenne processione di Sant’Efisio, la devozione degli scalzi per San Salvatore, il fascino del carnevale; dei carnevali, che tranne pochi casi non sono una festa come in altre parti della penisola ma in diversi modi, sono legati a riti antichi di buon auspicio o di rinascita della terra e della natura.
Riti che per fortuna ne il cristianesimo prima e ne la modernizzazione poi, pur combattendoli, non sono riusciti a debellare.

Ospitalità
Se non sei un turista ma un viaggiatore che cerca il contatto più puro con la terra che stai attraversando; se non vuoi solamente sentirti un cliente, un portafogli, forse avrai la fortuna di trovare luoghi e persone dove ancora puoi ancora assaporare il fascino di una ospitalità il più possibilmente vera.
Non vuol dire che non pagherai; vuol dire che capirai di sentirti a casa.
Vuol dire che nonostante oggi si tenda a svalutare il senso di alcune parole, ci sono ancora luoghi e persone che non faranno di tutto di per farti sentire a casa ma non faranno nulla per farti sentire diverso da loro, da un loro famigliare o da un vecchio amico.

Vita Notturna
Sicuramente troverai molti molti modi e luoghi per divertirti e trascorrere delle bellissime serate ma siamo una terra di piccoli centri abitati e non di grandi città e di “”fabbriche del divertimento””.
Non è per questo che ti suggerisco di venire in Sardegna; visita quest’isola se sei attratto da un qualcosa che rimanga dentro di te anche dopo che sarai rientrato a casa.
La nostra, prima di tutto, è una terra dell’anima e per l’anima.
E’ come una canzone che delle volte ti verrà da cantare o un sapore che in altri frangenti ti verrà in mente e ti farà sentire in estasi.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.